Come si applica la carta da parati: i consigli per non sbagliare

Fino a qualche anno fa, la carta da parati sembrava una soluzione antica. Spesso era legata al ricordo di come le nostre nonne tappezzavano le pareti di casa e nulla più. Oggi invece la carta da parati è riscoperta in chiave moderna: la creatività abbonda e alcuni stili di arredamento ne fanno un elemento essenziale.


Una bella carta da parati moderna, innovativa, è un elemento coraggioso in una casa, che può dare personalità agli ambienti e dire qualcosa sui proprietari, in termini di stile e carattere.
Ma quale carta da parati scegliere per i tuoi spazi? Scopriamolo insieme.

Lo stile della carta da parati

Lo stile della carta da parati dipende dai tuoi gusti e dallo stile che hai scelto per arredare casa. Ecco alcune indicazioni di massima, da adattare caso per caso, che ti aiuteranno a scegliere una carta da parati personalizzata alle tue esigenze a ai tuoi gusti.

  • Casual. In un ambiente con rifiniture in legno, la parete può essere decorata con una carta da parati a tema naturale, magari con fiori e foglie, in modo da dare una sensazione di calma e tranquillità all’ambiente.
  • Industrial. La carta per le pareti può avere anche motivi come le carte geografiche, stampe con giochi prospettici e in generale colori e forme a effetto “invecchiato”.
  • Tradizionale. Se la stanza è arredata in maniera tradizionale, anche le pareti dovranno richiamare tale scelta di design: in questo caso, le scelte più comuni sono una carta da parati damascata oppure con strisce di diversi colori.
  • Vintage. Per una camera vintage, l’ideale sono le stampe geometriche in stile optical, che fanno molto anni ‘60 e ‘70.

Organizzare gli attrezzi

Quando si applica la carta da parati, per ogni passaggio, servono strumenti specifici:

  • Righello
  • Taglierino
  • Bolla o filo a piombo
  • Secchio
  • Spatola morbida o rullo (in gomma o gomma piuma)
  • Rullo o pennello (a pelo medio/corto per evitare gli schizzi)
  • Panno morbido
  • Primer per pareti
  • Colla per carte da parati

Come posare la carta da parati

Iniziamo col dire che i tempi di posa della carta da parati variano in base al tipo di carta e dal tipo di colla. Come prima cosa sarà necessario fare un calcolo per stabilire quanti rotoli di carta da parati saranno necessari per rivestire la nostra stanza o la nostra parete. Dovrete quindi misurare la vostra parete sottraendo elementi quali porte e finestre.

Per tappezzare le pareti bisogna passare su di esse una mano di colla, facendo attenzione ad acquistare quella adatta alla carta che si intende applicare.

Placche e prese andranno smontate prima dell’intervento per riposizionarle appena la superficie sarà completamente asciutta.

Le strisce vanno tagliate eccedendo sempre di 3 centimetri in alto e tre in basso per permettere al disegno di affiancarsi perfettamente.
La metodica migliore è quella di tagliare la carta, tutta insieme per poi numerarla e agevolare così l’assemblaggio dei fogli.
l fogli andranno poi posizionati sul tavolo e spalmati di colla. Una volta applicato il primo telo, basterà ripetere l’operazione con gli altri fogli e ricoprire tutta la superficie, usando spazzola o spugna per far aderire gli elementi alle pareti e far fuoriuscire eventuali bolle d’aria.

X